Ricostruzione Saab: nuove opportunità per il futuro di Saab

Ieri è stata una giornata importante e buona per i nostri svedesi. Saab ha avuto una grande e non naturale possibilità. Dopo le buone notizie, ho preso il resto della giornata dal blog. Ora arriva il riassunto di quello che è successo ieri.

Saab ha fatto davvero un grande passo verso un rifugio sicuro e le nostre prospettive di nuove e affascinanti auto di Trollhättan non sono state così buone da mesi. Ci sono ancora molti altri passi da compiere, come l'ingresso dei cinesi - che l'NDRC di Pechino deve ancora approvare.

Il tribunale di Göteborg ha nominato amministratore e esperto di ricostruzione Guy Lofalk. Lofalk conosce Saab dall'ultima fase di ricostruzione durante l'era GM, il che è un vantaggio. L'amministratore lavora a stretto contatto con la direzione di Saab, che rimane in carica. Qualsiasi decisione deve essere discussa con l'amministratore durante questa fase, che richiederà almeno 90 giorni.

Alla Saab, molte cose saranno probabilmente messe alla prova entro la fine dell'anno. C'è un comunicato stampa di ieri.

Trollhättan, Svezia: Swedish Automobile NV (Swan) annuncia fatto Saab Automobile AB (Saab Automobile) ha lanciato su iniziativa di miglioramento dell'efficienza come parte di una revisione più ampia del piano industriale della società per 2012 e al di là, al fine di creare una più flessibile e più competitiva struttura dei costi per l'azienda. Questa iniziativa riflette quindi gli effetti della prolungata interruzione della produzione da aprile di quest'anno ed è un elemento importante del piano di riorganizzazione volontaria thatwill essere presentato in una delle prossime riunioni dei creditori.

Nel corso delle prossime settimane, Saab Automobile identificherà le aree Durante l'intera organizzazione in cui l'efficienza può essere acquisita. L'iniziativa si concentrerà su entrambi i costi fissi e variabili e si propone di creare una struttura dei costi più bassi e più flessibile all'interno di Saab Automobile, eliminando la duplicazione del lavoro, processi di razionalizzazione, accorciando i tempi di consegna, Migliorare il coordinamento tra i servizi e la semplificazione della struttura organizzativa. Come risultato di questa iniziativa riduzione dell'organico non può essere esclusa. Tutti i miglioramenti dovrebbe essere attuato prima della fine dell'anno in modo che Saab Automobile per avere un nuovo, struttura di costi competitiva per l'2012 esercizio.

Nello specifico, si legge tra le righe, ci saranno tagli di posti di lavoro che renderanno Saab più snella e in forma. Perché ci sono - purtroppo - troppi dipendenti a bordo, soprattutto nell'area produttiva. Questo può essere difficile, ma è inevitabile.

Il passo è sicuramente quello giusto. L'acquisizione di GM è stata frettolosa e, dal mio punto di vista, irresponsabile. GM voleva sbarazzarsi di Saab il più rapidamente possibile e ha mostrato una responsabilità sociale "zero" per dipendenti, fornitori e per l'acquirente che è stato gettato nel profondo. Ogni piccola impresa artigiana in Germania viene affidata a nuove mani in modo più responsabile.

Molte strutture e problemi in Saab sono ancora basati sul tempo GM e ora in Svezia viene sfruttata l'opportunità per ritagliare il produttore in strutture appropriate e processi snelli.

Saab ha in serbo entusiasmanti prodotti nuovi e innovativi. Se l'ingresso dei partner dalla Cina funziona, finora nulla parla contro di esso, perché i primi due ostacoli sono già stati presi, il futuro è assicurato per veicoli individuali e di alta qualità da Trollhättan.

In Svezia e Germania ci sono molti “esperti di auto” che non la vedono così. Questi esperti vedono il "adesso" e la situazione attuale. Non vedi il futuro e cosa potrebbe e sarà nei prossimi 5 anni.

La strada sarà lunga e difficile per Saab. E Saab ha appena fatto il primo passo in questo futuro ieri. Innumerevoli altri devono ora seguire in modo rapido e deciso e ci saranno anche battute d'arresto. Ma stiamo andando, finalmente e per mesi, nella giusta direzione!

I fan e i cavalieri Saab hanno dimostrato nelle ultime settimane di essere il marchio di Trollhättan. Penso che qualunque cosa succeda, una cosa che possiamo promettere. Saab continuerà ad avere il nostro supporto in futuro.

Testo: tom@saabblog.net

5 pensieri su "Ricostruzione Saab: nuove opportunità per il futuro di Saab"

  • Sarei interessato a sapere cosa l'esperto Prof. Dr. med. Ferdinand Dudenhöfer deve dirlo. Recentemente ha affermato che Saab non può sopravvivere. Solo chi costruisce almeno un milione di auto all'anno o occupa una nicchia assoluta può sopravvivere.

    Grazie mille per le informazioni dettagliate qui ... una cosa è certa in ogni caso: la vita può essere piuttosto eccitante per i fan di SAAB ...

  • Quello di cui sono venuto a conoscenza qui solo attraverso le informazioni, e ciò che è essenziale, è l'attività di ricerca e sviluppo, che apparentemente è andata avanti e non si è fermata a causa degli errori e delle confusioni. Questo è il pericolo maggiore in una tale fase, vale a dire che il gasdotto gira a secco e quindi viene solo acquistato o copiato. Ma questo non sembra essere il caso di Saab, grazie a Dio. Si lavorava sempre sul futuro.

    Lo vedo assolutamente positivo, sarà di nuovo. Sono diventate di nuovo società molto diverse, dove nessuno avrebbe sospettato. Non posso ripeterlo abbastanza spesso, ma questa è la mia esperienza in casi di riparazione e ricostruzione.

    Grazie mille, Tom, davvero, molto, ottimo lavoro che stai facendo qui. Rispetto!

    LG dalla Stiria,
    Phil.

  • Bravo Tom, anche i tuoi contributi passeranno alla storia. Sarò particolarmente felice (allora) che i famigerati pessimisti cadranno presto di faccia e perderanno la bocca per lo stupore. Purtroppo abbiamo preso molto poco dallo stato svedese qui in DE, è possibile che, alla luce dei fatti che un'intera regione deve presentare istanza di fallimento, dopo tutto siano tornati in sé. Grazie Tom e continua così. Ieri molti si sono sicuramente pentiti del "tempo libero" (sintomi da astinenza)

    • Ovviamente non intendo il taglio del lavoro con hurrà.

I commenti sono chiusi