Saab News: Ancora nessuna soluzione per gli stipendi

Anette Hellgren, Union Union, Saab Trollhättan
Anette Hellgren, Union Union, Saab Trollhättan

L'unione sindacale continua a raccogliere le firme dai suoi membri. Non le piace perché l'unione non vuole mettere in pericolo Saab. Perché in Svezia sta emergendo un'inversione di tendenza.

Le banche mettono in guardia contro la caduta dei prezzi degli immobili e anche la nuova registrazione delle auto è in calo dopo una corsa record. Inoltre, Västragöland, la casa di Saab, ha una disoccupazione superiore alla media.

Una perdita di posti di lavoro nell'impianto automobilistico e nei fornitori sarebbe arrivata nel momento sbagliato. Aggiungete a ciò una forte corona svedese che rende la vita difficile per gli esportatori. Forse l'emergente inversione di tendenza dell'economia porterà a ripensamenti a Stoccolma e l'occupazione nel settore manifatturiero è stimata.

Anche l'unione sindacale non aspetterà molto, perché è impegnata per i suoi membri.

Questi stanno ora ricevendo prestiti ponte non burocratici attraverso la mediazione sindacale, ma entro la prossima settimana dovrai inviare la richiesta di pagamento a Saab. Finora, il sindacato 800 ha raccolto le firme. Mercoledì o giovedì invierai a Saab la richiesta di pagamento. Saab ha quindi altri sette giorni.

Le voci provengono da fonti cinesi, ma sono molto imprecise e speculative. Anche con la BEI si lavora su una soluzione, ma non c'è nulla di concreto.

Quindi deve esserci qualcosa da fare in Svezia per il nostro marchio automobilistico svedese.

Incrociamo le dita, molto ferme. Per favore.

Testo: tom@saabblog.net

2 pensieri su "Saab News: Ancora nessuna soluzione per gli stipendi"

  • Ciao a tutti,

    Vorrei fare alcune riflessioni su possibili investitori: quando Jaguar è ​​stata venduta al Gruppo Tata in India qualche anno fa, c'erano altre società molto solide dal punto di vista finanziario a cui piacerebbe anche avere accesso. C'è qualche informazione sul fatto che ci sia un interesse per SAAB in India? Potrei immaginarlo in vista della nuova gamma di modelli.

    Si spera che Trollhättan non abbia ostruito la strada verso altre regioni del mondo con impegni vincolanti verso la Cina. Jaguar, ad esempio, è stata venduta da Ford solo a Ratan Tata: non c'erano altri possibili comproprietari e le trattative di vendita sono state quindi semplici.

    Tuttavia, questo non vuol dire che una partnership tra diversi proprietari finanziariamente forti di diversi paesi sarebbe completamente illusoria: aspettiamo le cose e presto potrebbe anche esserci un riferimento agli investitori indiani.

    Saluti dallo Schleswig-Holstein
    Detlef Rudolf

  • vuoto

    Premetto molto forte ... Voglio davvero ordinare un nuovo SAAB, ma se i nastri non tornano presto, non funzionerà più e devo - sfortunatamente, sfortunatamente - cambiare il marchio ... e davvero non lo voglio. Quindi voi troll, aurora boreale e quant'altro, abbiate un'intesa ... !!!

I commenti sono chiusi