Saab News Trollhättan: voti dell'Unione su Saab

I sindacati non hanno avuto problemi negli ultimi giorni. Da un lato, devono sostenere i loro membri, dall'altro i rappresentanti sindacali non vogliono mandare il maggior datore di lavoro della loro città natale nel deserto.

Il rappresentante di IF Metal presso Saab, Hakan Scott, è quindi sollevato di notare oggi. Ieri il suo capo Stefan Löfven a Trollhättan ha avuto un incontro con Victor Muller. Dopo l'incontro, è stato chiaro che Saab continua.

La raccolta delle firme dai membri è ora interrotta, le liste delle firme vanno al trituratore, non alla posta. Hakan Scott ha detto oggi alla stampa che "IF Metal non ha mai avuto il desiderio di mandare in bancarotta Saab", come ha detto. Era "fatto solo per gli stipendi".

Anche il sindacato sindacale ha interrotto la campagna delle firme. "È vero, non è più rilevante per noi mandare Saab in bancarotta", ha detto la moglie di Union, Anette Hellgren.

Va avanti, il prossimo grande obiettivo è l'inizio della produzione. Le trattative con i fornitori non dovrebbero essere facili, perché potrebbero sembrare buoni per gli impiegati della Saab a Trollhättan, i dipendenti dei fornitori sono ancora all'oscuro.

Il fornitore di Seats Lear mantiene ancora la sua chiusura a Trollhättan, e IAC Group Sweden vuole ancora tagliare i dipendenti 115 nello stabilimento di Färgelanda.

C'è molto da fare a Saab. Se l'approvazione della BEI per la vendita di beni immobili e l'ingresso di Antonov, allora non dovrebbe essere un problema. Poi presto nuova Saab a Trollhättan scappare dalla linea.

Testo: tom@saabblog.net

Un pensiero su "Saab News Trollhättan: voti dell'Unione su Saab"

  • yepp! Lentamente le cose stanno tornando ad una dinamica migliore e la prospettiva di successo, di poter ordinare un bel 9-5 SC ad agosto, che verrà anche consegnato, è migliore oggi di ieri ... come sarà domani? ; ·)

I commenti sono chiusi