Crisi di Saab: i creditori Saab, Trollhättan e Leif Pagrotsky

Leif Pagrotsky
Leif Pagrotsky

Una terribile giornata di Saab giunge al termine. Non c'era nulla dalla Svezia, che potesse darci speranza. Niente? Davvero niente?

Ma un piccolo, simbolico barlume di speranza in questo cupo giorno, più di un genere simbolico, venne da Göteborg. Il nome: Leif Pagrotsky. La controparte di Maud Olofsson, per così dire. Maggiori informazioni in seguito.

Cosa c'è dopo a Trollhättan?

I sindacati

In questo momento sono i sindacati che mobilitano, e giustamente, per proteggere gli interessi dei loro membri. IF Metal con i membri 1.400 di Saab si sta preparando a presentare istanza di fallimento. I soldi per i dipendenti dovrebbero arrivare fino a 24: 00 sugli account oggi, ma non lo sarà. Dopo una scadenza di un giorno 7, sarà seria per la gestione di Saab, quindi solo il passaggio in tribunale viene messo in discussione.

IF Metal sta attualmente organizzando prestiti per i membri di Swedbank, che i dipendenti Saab potrebbero utilizzare da lunedì.

I dipendenti della Saab, che vengono organizzati dal sindacato e minacciando di pagare i loro stipendi entro lunedì al più tardi, sono ugualmente minacciati. Anche in questo caso, si impegna fortemente i membri dopo la scadenza e si prepara una domanda corrispondente. L'Unione ha anche lo staff 1.400 di Saab.

Finora, lo stato svedese non è coinvolto come creditore. La settimana scorsa, Saab ha pagato 24 milioni di corone svedesi all'ufficio delle imposte di Gothenburg puntualmente.

I fornitori

I fornitori ora rivendicano i loro crediti da Kronofogden, solo negli ultimi giorni le società 16 hanno anche rivendicato crediti, aumentando così il numero di creditori a 65. Il Kronofogden verifica la legalità del credito, quindi richiede al debitore di pagare ed esegue il mancato pagamento nelle attività del debitore. Il numero dovrebbe aumentare di lunedì, dopo Midsommar quando le menti sono un po 'più chiare.

Il rivenditore Saab

Non abbiamo ancora menzionato un altro gruppo di creditori. Ci sono rivenditori Saab in tutto il mondo. Solo in Germania, le cifre 6 non sono state pagate ai commercianti. 32 I concessionari tedeschi hanno crediti per la somma di 200.000 €, come ha confermato il capo della Saab Germania Schuhmacher contro l'operazione online. Per i rivenditori, questo giorno è un giorno nero, così come per tutti i fan di Saab in tutto il mondo.

Gli abitanti di Trollhättan

Quasi nessuno crede in un buon risultato della crisi. La speranza affonda ogni ora. A Trollhättan, nella città di Saab, il giornale locale ha lanciato un sondaggio per chiedere se stiamo assistendo alla fine di Saab.

La fine di Saab? Vota a Trollhättan
La fine di Saab? Vota a Trollhättan

La risposta è chiara, nelle crisi precedenti gli ottimisti di Trollhättan erano a casa.

Niente di buono oggi? Sì, c'è un uomo del giorno per noi.

Leif Pagrotsky

Non sai ? Il sig. Pagrotsky è membro del Reichstag per i socialdemocratici svedesi. Il suo collegio elettorale è, ironia della sorte, Göteborg. Finora il deputato ha guidato una Volvo V70. Ora ha comprato una nuova Saab 9-3 nera. Perché Saab, Leif Pagrotsky è un maniaco dell'auto? "No", ha detto, "la Saab è un po' più piccola della mia Volvo, è un diesel economico e ha un bell'aspetto. Se siamo preoccupati per la Saab dobbiamo fare qualcosa e comprare una Saab per non peggiorare”.

Fai qualcosa invece di parole grandi. La signora Olofsson dovrebbe prendere questo come esempio. E prendiamo l'uomo di Gothenburg come modello. La situazione è seria Bitter Ernst. Ma Saab non è ancora perso.

Testo: tom@saabblog.net

2 pensieri su "Crisi di Saab: i creditori Saab, Trollhättan e Leif Pagrotsky"

  • vuoto

    Ma chi legge il giornale locale, se non la gente a Trollhättan? Giorno triste oggi 🙁

  • vuoto

    Il voto è su Internet e tutti possono votare, non solo quelli di Trollhättan.

I commenti sono chiusi