Saab News Germania: situazione in Svezia e Germania

Jan-Philipp Schuhmacher, Country Director Saab Germany
Jan-Philipp Schuhmacher, Country Director Saab Germany

I concessionari Saab hanno vissuto un bel po 'in Germania negli ultimi anni. In che modo la situazione attuale in Germania per i concessionari e come funziona il supporto per i partner di distribuzione svedesi, potremmo solo indovinare così lontano dalle conversazioni personali.

Automotive Operation-Online ha pubblicato un interessante articolo sulla situazione nel paese, anche il capo calzolaio di Saab Germania viene a parlare, parla delle responsabilità di Saab e dei nuovi ordini.

I concessionari tedeschi stanno aspettando un importo di sei cifre

Nonostante il supporto cinese, la casa automobilistica svedese Saab sembra essere sempre più magro. Molti fornitori e creditori si sono rivolti a "Kronofogden", l'agenzia esecutiva svedese, con le loro richieste in sospeso. Questo riporta il giornale svedese "GT" nella sua edizione online. Di conseguenza, le società hanno crediti fino a quasi 750.000 dollari USA.

Secondo una lista pubblicata dal quotidiano on-line, sono a Martedì sera quasi 50 aziende hanno fatto il passo, tra cui vari fornitori di servizi come consulente di reclutamento Michael Page International, così come i fornitori, come Kongsberg Automotive e Benteler. Le consistenze in essere ammontano quindi a quasi 3,7 milioni di dollari USA.

Tuttavia, questa somma dovrebbe essere solo una piccola parte del debito accumulato dall'ex marchio GM sotto il suo nuovo proprietario Spyker. Inoltre, i grandi creditori come la General Motors sembrano essere alla ricerca di un altro modo. Di recente, secondo gli esperti del settore, il fornitore francese Valeo ha fatto la differenza.

Il giornale "Dagens Nyheter" stima il debito di Saab attualmente intorno a 500 milioni di corone (54,7 milioni di euro). I soldi necessari a breve termine potrebbero provenire dalla vendita delle proprie fabbriche agli investitori immobiliari svedesi che, secondo i media, stanno perdendo milioni di corone 900 e vogliono guadagnare un affitto. "Non c'è scadenza, facciamo quello che possiamo", ha detto la portavoce Saab.

Calzolaio: "I commercianti avranno i loro soldi".

Non sapeva nulla di un'istanza di fallimento imminente ha detto Jan-Philipp calzolaio che come Country Director per Saab è responsabile per la Germania a partire dall'inizio di aprile, su richiesta di "FCC ONLINE operativa". I creditori includono anche i concessionari Saab tedeschi: secondo un sondaggio dell'associazione dei concessionari, i concessionari 32 hanno attualmente crediti superiori agli euro 200.000 che non sono ancora stati accreditati.

"I rivenditori avranno i loro soldi", dice Schuhmacher. In origine, gli svedesi, che si erano recentemente presentati dopo mesi di ricerche con due partner cinesi, volevano pagare i loro debiti ai concessionari tedeschi fino all'inizio di giugno. "In giugno sono stati effettuati impegni per effettuare pagamenti", afferma Schuhmacher. "Questi non sono ancora stati fatti, ma saranno istruiti il ​​prima possibile." Tuttavia, si è riferito alla casa madre svedese.

Il calzolaio cerca di dare coraggio agli operatori tedeschi. "In Germania, l'assunzione degli ordini è aumentata del 50 per cento da metà maggio", afferma Schuhmacher, senza fornire dati specifici. 9-5, 9-4x e i modelli speciali si svilupperebbero positivamente.

Ciò è confermato anche dal presidente dell'associazione dei concessionari Saab, Frank Jaenicke. Tuttavia, c'era nel primo tempo per i partner a quanto pare è andato molto bene, l'attuale situazione ancora più sconvolgente: "Nonostante la cattiva notizia, la gente compra da noi auto, ma non possiamo dire ora è affidabile al momento della consegna."

Inoltre, nel business quotidiano mancano elementi elementari: ad esempio, attualmente non ci sono listini prezzi attuali, né in formato cartaceo né digitale. "Utilizziamo i configuratori o integriamo i prezzi in alcuni casi a mano", afferma Jaenicke. Tuttavia, in questo contesto, Saab non esita a discutere nuovi contratti e standard con i rivenditori. "Ma vogliamo davvero sapere per quanto tempo durerà la Saab", sottolinea il rivenditore.

Attualmente, le band non sono in esecuzione in Svezia. "A 9. Giugno, Saab ha cessato la produzione perché il flusso di materiale non è stato fluido ", afferma Jan-Philipp Schuhmacher. Fai tutto il possibile per riprendere la produzione il prima possibile. Tuttavia, le band rimarrebbero in piedi almeno fino a venerdì. In precedenza, il costruttore automobilistico ha dovuto interrompere la produzione per sette settimane. Ora Saab vuole recuperare la mancanza di scorte causando arretramento della produzione dimezzando le vacanze estive.

Grande incertezza nonostante i nuovi partner

All'inizio di questa settimana il proprietario olandese Spyker Cars ha presentato un nuovo partner. Secondo la casa automobilistica cinese Zhejiang Youngman, Lotus Automobile vuole entrare nella partnership già concordata della Svezia con il grossista di auto Pang Da di Pechino. Con la fornitura di un totale di 245 milioni di euro, i nuovi partner cinesi vogliono contribuire a riportare la lettera di intenti del marchio tradizionale svedese sulla strada giusta.

Il presente per i dipendenti 3.700, che sono preoccupati per il loro lavoro da più di un anno, sembra molto più angosciato del brillante futuro "Made in China": sono stati in grado di produrre intere automobili 10.888 nel primo trimestre. Nel secondo dovuto alla produzione si ferma anche una frazione di esso. Quando i nastri dovrebbero ricominciare, un backlog di ordini di auto 10.000 è in attesa dei dipendenti 1.400 in produzione.

Fonte: kfzbetrieb-online