Saab Notizie dalla stampa: dubbi su Hawtai?

Saab Trollhattan
Saab Trollhattan

Ieri, la relazione dell'ambasciatore svedese a Pechino è passata attraverso la stampa in Svezia, ovviamente le agenzie di stampa di tutto il mondo hanno ripreso l'argomento e hanno continuato a pubblicarlo.

L'agenzia di stampa AFP scrive sull'argomento:

Dubbi sulla solidità dell'investitore cinese Saab

Stoccolma - In Svezia crescono i dubbi sulla solidità dell'azienda cinese che vuole investire nella sofferente casa automobilistica Saab. Il gruppo Hawtai Motor potrebbe aver gonfiato i suoi dati di produzione, ha avvertito l'ambasciatore svedese a Pechino, Lars Freden, in un rapporto al ministero degli Esteri, da cui cita il quotidiano "Svenska Dagbladet".

Hawtai ha detto di aver prodotto le auto 81.000 l'anno scorso e ha detto che sarebbe stata in grado di produrre 200.000 un anno. Secondo il rapporto del giornale, tuttavia, 2010 ha gestito solo le auto 60.000 fuori linea. Secondo il giornale, l'ambasciatore Freden ha continuato a riferire che Hawtai produceva automobili con il proprio marchio per circa un anno. La società madre è specializzata in miniere, energia, telecomunicazioni, infrastrutture, banche e immobili.

"La forza patrimoniale è da attribuire più all'attività mineraria che alla produzione automobilistica", ha scritto Freden secondo "Svenska Dagbladet". Inoltre, la gestione di Hawtai è cambiata sei volte negli ultimi otto anni. Per la competitività di Saab, è importante mantenere l'integrità, ha avvertito l'ambasciatore.

Il portavoce della Saab, Eric Geers, ha dichiarato su richiesta dell'AFP che alcuni media hanno "non correttamente" riprodotto il rapporto dell'ambasciatore. Sia Hawtai che Saab sono convinti della partnership, ha affermato Geers. La società cinese ha annunciato martedì di voler investire 150 milioni di euro nell'ambito di una partnership strategica con il proprietario olandese della Saab Spyker.

I dati di vendita per i cinesi, si è saputo da allora, non provenivano dalla stessa Hawtai, ma da un'associazione pubblica in Cina. Fedeli al motto "Non fidarti delle statistiche che non ti sei falsificato", le storie di successo della Repubblica popolare sono state abbellite. Credibile? Pensiamo di sì.

Cos'altro abbiamo imparato sul partner dalla Cina. Il centro di sviluppo di Hawtai a Pechino è stato aperto solo quest'anno, le competenze nella costruzione di motori e riduttori sono basate sulle licenze acquistate da VM Motori e ZF.

Hawtai è davvero un'azienda molto giovane, che va dal produttore di licenze (licenze Hyundai) all'autoproduttore con grande ambizione e ad una velocità incredibile. Hawtai ha una rete di distribuzione che consente a Saab l'accesso immediato al mercato automobilistico più grande e in più rapida crescita al mondo. Nuovi e, soprattutto, posti di lavoro sicuri nello sviluppo e nella produzione sono concepibili per la regione di Trollhättan.

Hawtai ha i soldi che Saab manca, Saab ha il know-how che Hawtai non ha ancora. Questa è una partnership che, se ti trattano equamente e con attenzione, può essere redditizia per entrambe le parti. Entrambi i partner meritano una possibilità.

Siamo all'inizio di un lungo viaggio. La strada può essere molto interessante.

Testo: admin / saabblog.net

2 pensieri su "Saab Notizie dalla stampa: dubbi su Hawtai?"

  • vuoto

    Dopo è chiaro che l'ambasciatore è solo un'ipotesi !!!! ha fatto questa ipotesi è già in tutto il mondo. Chiunque abbia questi ambasciatori non ha più bisogno di nemici!

    • vuoto

      Ma davvero, grande ambasciatore, se vuole aiutare allora dovrebbe essere davvero intelligente prima :-(.

      La Supergau sarebbe, ma se avesse ragione, ma non credo e altrove ho letto che i manager sono stati compensati solo perché la compagnia così forte di Expantiert, che sono tutti ancora in azienda impegnati a fermarsi a un'altra figlia :-).

I commenti sono chiusi