Stampa svedese: la possibile bancarotta di Saab incide sulla 0.2% del PIL

Saab nei guai
Saab nei guai

La crisi di Saab dura ormai da quattro settimane e, anche se i tentativi di salvataggio stanno funzionando a tutta velocità, molti perdono la convinzione di porre fine al dramma. Mentre alcuni sperano in un salvataggio dalla Cina, il governo si sta preparando per l'insolvenza.

L'impatto sull'economia in Svezia è stimato essere minore. Una possibile fine della casa automobilistica interesserà la produzione industriale con l'1% e l'impatto sul PIL con lo 0.2%. Sarebbe 5.35 miliardi di SEK, che è meno di 500 SEK per Svezia. Circa 8.250 persone in Svezia perderebbero il lavoro se fallissero. Tuttavia, gli effetti sono visti solo come temporanei poiché l'economia svedese è in forte espansione e si cercano lavoratori qualificati.

Quindi Volvo a Gothenburg è alla ricerca urgente di nuovi ingegneri 1000 e gli abili impiegati di Saab potrebbero trovare lavoro lì.

Il governo svedese sta preparando misure di sostegno per la regione di Trollhättan e un patto sociale per i suoi dipendenti. Per Trollhättan stesso la perdita di Saab sarebbe un duro colpo, poiché il produttore di automobili è il più grande datore di lavoro nella piccola città svedese.

Ma non è ancora così lontano e si combatte su tutti i fronti per Saab. Tuttavia, tempo e costi stanno scappando, non solo a Saab, ma anche tra i numerosi fornitori svedesi di medie dimensioni.

Testo: admin / saabblog.net